Skip to main content


C.Gatteschi, F.Ierardi Le metafore della pandemia come veicolo di comunicazione: rischi e potenzialità sulle aspettative e sul comportamento individuale e collettivo


................... le immagini e i significati che la metafora bellica veicola non possano aiutarci a “vincerla” questa “guerra”, né come singoli individui né come società.

Come già sosteneva Susan Sontag nel 1978, il rischio è che ci venga automatico affrontare un’emergenza sanitaria come se fosse una guerra, quando invece è necessario affrontarla per quello che è, cioè un complesso problema sociale, culturale o di emarginazione di determinate categorie di persone.

Trattare una pandemia come se fosse una guerra ci rende docili, ubbidienti, e, in qualche modo, vittime, rischiando però di far diventare i malati le inevitabili perdite civili del conflitto